Dott.ssa Michela Carrara - Psicologa a Rimini

psicologa a rimini

In quasi venti anni di esperienza, lavorativa in qualità di  Psicologa Psicoterapeuta, ho acquisito efficaci strumenti, attraverso i quali si possono riconoscere e trattare le varie sintomatologie. 

Dal 2005 ad oggi (impiego attuale) esercito la professione di Psicologa a Rimini, iscritta all’ Albo degli Psicologi dell’Emilia Romagna al nr. 2607 Sez. A, abilitata all’ esercizio della Psicoterapia individuale, di coppia, familiare e di gruppo secondo l’indirizzo Sistemico Relazionale.

L’orientamento Sistemico-Relazionale permette di trattare il disagio presentato focalizzando  l’attenzione e l’intervento dall’individuo richiedente, al sistema in cui vive (coppia, famiglia, ambiente sociale).  

Intervenendo quindi sulle diversi parti dell’insieme, si possono migliorare le sequenze comunicative tra i vari componenti, ripristinando l’equilibrio della persona all’interno della sua sfera di vita generazionale.

Psicologa Psicoterapeuta in Libera Professione a Rimini

Aree di Intervento:

  • Psicoterapia e Sostegno Psicologico individuale, di coppia e familiare
  • Svolgimento di colloqui individuali a scopo diagnostico, raccolta di dati e definizione, assieme al cliente, di obiettivi e priorità
  • Osservazione diretta e valutazione delle dinamiche di gruppo per lo sviluppo di programmi e progetti specifici
  • Consulente Tecnico di Parte in procedimenti Civili e Penali
  • Determinazione di tematiche e problematiche centrali e individuazione delle migliori strategie di intervento psicologico
  • Insegnamento di tecniche di rilassamento
  • Identificazione e diagnosi dei disturbi
  • Somministrazione di test psicodiagnostici
 Consulente Tecnico d’Ufficio e Perito Procura della Repubblica c/o Tribunale di Rimini

Sono iscritta con nr. 106, all’albo C.T.U. – Periti Psicologi presso il Tribunale di Rimini.
In relazione ai procedimenti civili e penali, in qualità di Ausiliario del Giudice, rispondo ai quesiti posti dal Magistrato.
Vengono quindi acquisite informazioni sulle condizioni personologiche, sulle risorse personali, familiari, sociali e ambientali del soggetto o dei soggetti in causa nel processo, attraverso colloqui, somministrazione di test psicologici, visite domiciliari e momenti di osservazione strutturata delle relazioni del nucleo famigliare o della coppia.
Svolgo inoltre le attività inerenti le Consulenze Tecniche di Parte.

Psicologa presso Akkanto Società Cooperativa Sociale Onlus, Santarcangelo di Romagna
  • Coordinamento Educatori e Operatori Socio Sanitari in servizio presso la struttura residenziale per disabili.
  • Supervisione team multidisciplinari al fine di coordinare in maniera efficace la cura del paziente.
  • Implementare strategie finalizzate a ridurre le problematiche di salute mentale e favorire la riabilitazione.

Mi avvalgo inoltre del supporto di altri professionisti quali Psichiatra, Neurologo ed esperti in Giurisprudenza. Si è creato quindi un gruppo di lavoro per meglio soddisfare le singole esigenze dell’utenza, con l’obiettivo di migliorare le sinergie in ogni singolo contesto professionale specifico.

Altresì, per oltre 10 anni mi sono occupata, in qualità di Educatrice Scolastica, dell’assistenza di minori diversamente abili e con altre problematiche, promuovendo la salute e benessere psicofisico, organizzando le attività maggiormente favorevoli allo sviluppo delle potenzialità, di sviluppo e socializzazione.

Codice deontologico Psicologi Italiani

Scopri quali sono le regole di comportamento dello Psicologo, stabilite dall'Ordine Nazionale 

Pubblicazioni

GLI ASPETTI EVOLUTIVI DELLA VERGOGNA (1999)

La  vergogna come le altre emozioni  fondamentali, dipende da un particolare processo neuro-chimico. I meccanismi coinvolti in questo processo sono soggetti alle stesse leggi genetiche, che controllano altre caratteristiche strutturali e di comportamento. Poco si conosce circa le trasmissioni genetiche del meccanismo della vergogna…

Vai alla Pubblicazione ⇒

IO, BIRICHINO MA NON PER CASO. Elaborazione clinica di un caso di paziente designato (2005)

Considerando la famiglia come un sistema, si accentua la natura circolare delle relazioni che caratterizzano la vita del gruppo familiare. Se tali relazioni all’interno della famiglia risultano essere disfunzionali, ciò che generalmente convince ogni singolo membro della famiglia stessa a sottoporsi ad una terapia, sono i sintomi di colui che risulta essere il paziente designato…

Vai alla Pubblicazione ⇒

Ottieni una consulenza gratuita

chat

Collaborazioni